Powershell on Linux


Microsoft loves Linux! Il claim di Satya Nadella, che ha destato inizialmente stupore ed anche un po’ di scetticismo, sta prendendo forma sempre di più e soprattutto in maniera concreta. È di qualche giorno fa infatti l’annuncio della versione alpha di Powershell per Linux. A dare l’annuncio è stato proprio Jeffrey Snover Technical Fellow del Microsoft Enterprise Cloud Group, uno degli inventori di Powershell.

Prima di approfondire l’argomento, un ringraziamento all’autore di questo articolo:

Nicola Ferrini 2015 500x619 Nicola Ferrini è un Trainer con oltre 15 anni di esperienza e le sue qualifiche sono focalizzate sull’attività sistemistica, dalle reti ai sistemi integrati, dalla virtualizzazione dei server e dei desktop a quella delle applicazioni. E’ un esperto di Private e Public Cloud e collabora con le più importanti community italiane. E’ Microsoft MVP per la categoria Windows and Devices for IT e per la categoria Microsoft Azure, nonché Regional Director per tutti gli MVP italiani.

Dopo .NET Core per Linux e SQL Server per Linux, passando per la Desired State Configuration, Powershell si unisce alla famiglia dei prodotti destinati al mondo Open Source. Ed ovviamente non dimentichiamoci del Windows Subsystem for Linux introdotto in Windows 10 Anniversary Update.

Obiettivo di Powershell su Linux è quello di offrire una piattaforma di scripting che sia utilizzabile allo stesso modo sia sui sistemi Microsoft sia su Mac OS e Linux, dando la possibilità a sviluppatori e amministratori di sistema di poter usare un unico linguaggio di scripting, ma potendo anche interagire con i linguaggi esistenti, come ad esempio Python o Ruby.

Il codice è open source ed è stato rilasciato sotto licenza MIT, una delle licenze più permissive, che permette il riutilizzo nel software proprietario sotto la condizione che la licenza sia distribuita con tale software. Questo significa che molti sviluppatori potranno dare il loro contributo e provvedere in maniera rapidissima al rilascio di versioni beta. Si attende con ansia una versione RTM in modo tale da poterla utilizzare subito in produzione, ma le date di rilascio non sono state dichiarate.

Trovate il progetto su GitHub pubblicato alla pagina https://github.com/PowerShell/PowerShell/tree/master/docs

Attualmente sono supportati solo Ubuntu 14.04Ubuntu 16.04CentOS 7Red Hat Enterprise Linux 7OS X 10.11

Il vantaggio di Powershell è ben noto a tutti e molti importanti vendor già da tempo realizzano moduli Powershell per poter gestire i propri prodotti basati su *nix. Microsoft sta lavorando con Chef, Amazon Web Services, VMware e Google, solo per citare alcuni grandi vendor, per migliorare la gestione delle piattaforme di più largo utilizzo usando proprio Powershell.

In più sta estendendo il  PowerShell Remoting Protocol (MS-PSRP) in modo tale che possa utilizzare OpenSSH come trasporto nativo e gli utenti possano scegliere se usare SSH oppure WINRM.

Per cominciare a lavorare con Powershell su Linux visitate subito la pagina https://microsoft.com/powershell

 

 

Comments (0)

Skip to main content