Microsoft Azure – La destinazione ideale per il Disaster Recovery


In risposta a una altissima domanda da parte dei clienti, Microsoft annuncia la messa in produzione di ASR – Azure Site Recovery. Fino a qualche mese fa infatti si parlava solo di Hyper-V Recovery Manager, servizio fornito da Microsoft Azure che agiva come un vigile pronto a intervenire nel momento in cui il Datacenter Primario non rispondeva più. L’azione di Microsoft Azure in quel caso era semplicemente quella di accendere le macchine virtuali che nel frattempo erano state replicate in un Datacenter Secondario. Dal punto di vista grafico Hyper-V Recovery Manager si può semplificare in questo modo:

 

image

Ma l’offerta è stata amplificata! ASR infatti ha l’abilità di replicare in maniera consistente, proteggere e agire in caso di failover delle macchine virtuali direttamente in Microsoft Azure.

Oltre ad abilitare Azure come sito di Disaster Recovery, ASR porta con sè una serie di novità:

  1. I piani di Recovery di ASR si integrano perfettamente con Azure Automation, in modo da fornire all’utente una esperienza One Click nella creazione di un piano di Recovery. Per una guida su come creare un piano di Recovery fare riferimento a questo articolo
  2. Opportunità di tracciare la prima replica di una macchina virtuale quando si decide che sia Azure il sito secondario in caso di Disaster Recovery
  3. Semplificazione del processo di attivazione e configurazione del servizio
  4. Encryption assicurata dei dati che vengono salvati in Microsoft Azure
  5. Possibilità di testare l’intero processo simulando un failover dell’infrastruttura

Ma ASR non è semplicemente l’abilitazione di un sito di Recovery, ma può essere un perfetto spunto e lo strumento ideale per migrare verso Azure: che stiate già pensando di migrare dei servizi sulle macchine virtuali di Azure o che abbiate semplicemente bisogno di accendere un laboratorio fedele alla Produzione, ASR è semplice da configurare e permette di ottenere un ottimo risultato in poco tempo!

Per testare immediatamente e a costo zero ASR, solo due passi:

  1. Se non hai a disposizione una sottoscrizione di Azure,attivane una grazie a MSDN o grazie alla TRIAL di Azure
  2. Segui il tutorial

 

 

Buon divertimento!

Comments (0)

Skip to main content