MIX09: le novità del primo giorno


Ciao a tutti.

Oggi a Las Vegas si è aperto MIX09, l’evento Microsoft dedicato a web developer e designer (e se vi chiedete come mai un sistemista parla di un evento dev, vi basti sapere che venerdì terrò una sessione alla PHPCon su IIS e PHP… come dire? il mondo è un MIX).

Durante la keynote, come al solito sono stati fatti annunci interessanti e importanti.

Il primo riguarda la disponibilità della prima beta di Silverlight 3.
Le novità di questa versione (che dovrebbe essere disponibile più in la nell’anno) sono:

  • oltre 60 controlli che possono essere usati nello sviluppo di applicazioni web,
  • miglior supporto a video di alta qualità e definizione (True HD in full-screen)
  • supporto di un numero maggiore di formati video tra cui H.264
  • supporto all’acellerazione hw
  • supporto di Windows Touch in Windows 7
  • la possibilità di avere applicazioni Silverlight fuori dal browser (su Pc e Mac)

Per un esempio di applicazione Silverlight potete dare un’occhiata al nuovo client web del Microsoft Worldwide Telescope.

Un secondo annuncio interessante riguarda Windows Live Messenger Web Toolkit. Si tratta di un insieme di tool JavaScript e HTML che consentono di aggiungere ad ogni sito web capacità di “social networking” consentendo una maggiore fidelizzazione al sito e un maggior tasso di ritorno. Il toolkit è gratuito fino 250000 unique user al mese.

clip_image001

Un terzo annuncio riguarda la beta della versione 2 del Microsoft Web Platform Installer. Per chi non lo conoscesse si tratta di un tool che semplifica il download, l’installazione e l’aggiornamento dei diversi componenti della piattaforma web di Microsoft (IIS, SQL Server Express, .NET Framework) e delle più diffuse applicazioni open source basate su ASP.NET e PHP (wordpress, drupal, gallery, …). Queste applicazioni sono anche disponibili per il download dalla Microsoft Web Application Gallery.

webgallery

Per finire gli annunci relativi a Windows Azure: il supporto di codice nativo, non-.NET, via FastCGI e la geolocazione che consente di ospitare dati e codice in (ad oggi) due diversi datacenter negli USA migliorando latenza di rete, affidabilità, continuità di servizio e prestazioni.

Domani il giorno 2… altri annunci in arrivo

Altre risorse

Giorgio